Attività di estetista

L'attivita' di estetista comprende tutte le prestazioni ed i trattamenti eseguiti sulla superficie del corpo umano il cui scopo esclusivo o prevalente sia quello di mantenerlo in perfette condizioni, di migliorarne e proteggerne l'aspetto estetico, modificandolo attraverso l'eliminazione o l'attenuazione degli inestetismi presenti. Tale attivita' puo' essere svolta con l'attuazione di tecniche manuali, con l'utilizzazione degli apparecchi elettromeccanici per uso estetico, di cui all'elenco allegato alla presente legge, e con l'applicazione dei prodotti cosmetici definiti tali dalla legge 11 ottobre 1986, n. 713. Sono escluse dall'attivita' di estetista le prestazioni dirette in linea specifica ed esclusiva a finalita' di carattere terapeutico.

Tale attività può essere svolta con l'attuazione di tecniche manuali, con l'utilizzazione degli apparecchi elettromeccanici per uso estetico, di cui all'elenco allegato al Decreto Ministero dello sviluppo economico 12/5/2011 n. 110, e con l'applicazione dei prodotti cosmetici definiti dalla legge 11 ottobre 1986, n. 713.

Alle imprese artigiane, esercenti l'attività di estetista, che vendono o comunque cedono alla clientela prodotti cosmetici, strettamente inerenti allo svolgimento della propria attività, al solo fine della continuità dei trattamenti in corso, non si applicano le disposizioni contenute nel D.Lgs n. 114/1998 s.m.i.
L'esposizione per la vendita di tali beni accessori può essere soddisfatta con scaffalature, vetrinette, armadietti che non possono occupare una superficie superiore al 10% della superficie autorizzata per l'attività.

Prerequisiti

Requisiti morali

Ai sensi dell'art. 71 del Decreto legislativo 26 marzo 2010, n.59"Attuazione delle direttiva 2006/123/Ce relativa ai servizi nel mercato interno" ed il D.Lsg 147/2012 e s.m.i., non possono esercitare l'attività di vendita.

In caso di società, associazioni od organismi collettivi, i requisiti morali sopra citati devono essere posseduti dal legale rappresentante, da altra persona preposta all'attività commerciale e da tutti i soggetti individuati dall'art. 85 del Decreto Legislativo 159/2011.
In caso di impresa individuale i requisiti devono essere posseduti dal titolare.

Inoltre non devono sussistere, nei confronti dei soggetti interessati, cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all'art. 67 del decreto legislativo 6 settembre 2011 n.159 "Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonche nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13 agosto 2010, n.136".


Requisiti professionali

  1. Per avviare un'attività di estetista, in qualinque forma esercitata (anche a titolo gratuito), e dovunque svolta, è subordinata al possesso dell'abilitazione professionale di cui all'art. 3, comma 1 Legge n. 1/1990 a 1 Legge n. 1/1990
  2. Responsabile tecnico: per ogni sede dell'impresa dove viene esercitata l'attività di estetista deve essere designato almeno un responsabile tecnico in possesso dell'abilitazione professionale.
    Il responsabile tecnico deve essere sempre presente nell'esercizio negli orari di apertura e di svolgimento dell'attività; in caso di malattia o di temporaneo impedimento del responsabile tecnico il titolare dell'esercizio deve designare un sostituto, munito di idonea abilitazione professionale.
N.B.
Per esercitare l'attività onicotecnica è necessario il possesso del requisito professionale di estetista, così come si è espressa la Direzione Centrale Industria artigianato di Regione Lombardia in data 25/02/2011.

Requisiti strutturali

I locali utilizzati per l'esercizio dell'attività devono rispettare tutte le norme in materia urbanistica, edilizia, ambientale, igienico-sanitaria, di sicurezza e prevenzione incendi.

Normativa

  • Legge 23 dicembre 1970 n. 1142;
  • Legge 8 agosto 1985 n. 443 – Legge quadro sull'artigianato;
  • Legge 4 gennaio 1990 n. 1;
  • Legge 7 agosto 1990 n.241 "Nuove norme sul procedimento amministrativo" (art.19);
  • Legge 2 aprile 2007 n.40 "Conversione in legge, con modificazioni del decreto-legge 31 gennaio 2007 n.7 recante Misure urgenti per la tutela dei consumatori, la promozione della concorrenza, lo sviluppo di attivita' economiche e la nascita di nuove imprese" (art.10, comma 2);
  • Legge Regionale 2 febbraio 2007 n.1 "Strumenti di competitività per le imprese e per il territorio della Lombardia" (art.5);
  •  Decreto Legislativo 26 marzo 2010 , n. 59 "Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno";
  • Decreto Direttore Centrale 18 marzo 2011, n. 2481 "Adeguamento degli schemi di dichiarazione e dei relativi allegati in attuazione della l.r. 2 febbraio 2007 n. 1, art. 5 alla disciplina SCIA di cui al d.l. 31 maggio 2010 e approvazione schema incarico per la loro sottoscrizione digitale e presentazione telematica", rettificato dal d.d.g. 21 marzo 2011, n. 2520.
    • Legge Regionale 7 Febbraio 2012 n. 3 "Disposizioni in materia di artigianato e commercio.." 

Istruzioni presentazione pratica

Per presentare la pratica accedi al portale Impresainungiorno.gov.it

impresainungiorno

Al quale potrai fare login tramite
Utente e Password login
O tramite Certificato digitale (CRS/CNS) cns

Attiva una nuova pratica scegliendo

Industria e artigianato -> Acconciatori, barbieri, estetisti, tatuatori e pierces




Istruzioni di compilazione

SCELTA OPERAZIONI

Il passo successivo propone le seguenti operazioni:




Che vengono di seguito analizzate:

Apertura/Subentro/Trasferimento

Scelta del destinatario della pratica



Nella sezione "Scelta destinatario della pratica" scegliere ComUnica/StarWeb (SCIA contestuale alla Comunicazione Unica) in quanto l'attività prevalente è l'attività di estetista, che va quindi comunicata contestualmente anche alla Camera di Commercio.



Scelta allegati eventuali

In seguito vengono proposte le segunti opzioni, nessuna delle quali è obbligatoria:


Se viene spuntata la prima voce "l'attività è esercitata in forma societaria (sono tenuti al possesso dei requisiti morali anche le altre persone, oltre al dichiarante, individuate all'art.85 del D.L.vo 159/2011)" Nella fase conclusiva di presentazione degli allegati dovrà essere presentatat dichiarazione di  requisito morale per ogni socio.



Compilazione della domanda telematica

Seguono alcune precisazioni in merito alla fase di compilazione della pratica:

DICHIARAZIONE RELATIVA AI RIFERIMENTI CATASTALI

Specificare NCEU (Nuovo Catasto Urbano) o NCT (Nuovo catasto Terreni)

Per i comuni aderenti al SIT puoi consultare al seguente link la cartografia catastale al fine di individuale i propri riferimenti catastali (Foglio e Mappale):
sit.sisamspa.it




DICHIARAZIONE RELATIVA AI TITOLI AUTORIZZATIVI POSSEDUTI PER ATTIVITÀ COMMERCIALI



Se non vi sono già in essere attività commerciali, indicare "non sono richiesti titoli autorizzativi" e procedere senza la compilazione della fase indicata.



Gestione degli allegati

Ricordarsi di allegare dichiarazione per i requisiti morali e professionali per ogni socio della società.
Il documento è deve essere compilato, salvato e firmato digitalmente dal dichiarante.


Per presentare la pratica scegli il comune:



Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini d'uso. Per avere informazioni aggiutive in merito ai cookies che utilizziamo, visualizza la nostra Cookie policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information