AUA - Autorizzazione Unica Ambientale

Il 13 giugno 2013 è entrato in vigore il D.P.R. n. 59/2013 "Regolamento recante la disciplina dell'Autorizzazione Unica Ambientale e la semplificazione di adempimenti amministrativi in materia ambientale gravanti sulle piccole e medie imprese e sugli impianti non soggetti ad Autorizzazione Integrata Ambientale, a norma dell'art. 23 del D.L. 9 febbraio 2012, n. 5 convertito, con modificazioni, dalla Legge 4 aprile 2012 n. 35".

L'Autorizzazione Unica Ambientale è il provvedimento, adottato dalla Provincia quale autorità competente e rilasciato dallo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP), che sostituisce i seguenti atti di comunicazione, notifica ed autorizzazione in materia ambientale, previsti dall'art. 3, comma 1 del d.P.R. n. 59/2013:

  • autorizzazione agli scarichi di cui al capo II del titolo IV della sezione II della Parte terza del d.lgs. n. 152/2006 e s.m.i.;
  • comunicazione preventiva di cui all'articolo 112 del d.lgs. n. 152/2006 e s.m.i., per l'utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento, delle acque di vegetazione dei frantoi oleari e delle acque reflue provenienti dalle aziende ivi previste;
  • autorizzazione alle emissioni in atmosfera per gli stabilimenti di cui all'articolo 269 del d.lgs. n. 152/2006 e s.m.i.;
  • autorizzazione generale di cui all'articolo 272 comma 2 del d.lgs. n. 152/2006 e s.m.i.;
  • comunicazione o nulla osta di cui all'articolo 8, commi 4 o comma 6, della legge n. 447 del 26/10/1995;
  • autorizzazione all'utilizzo dei fanghi derivanti dal processo di depurazione in agricoltura di cui all'articolo 9 del d.lgs. n. 99 del 27/01/1992;
  • comunicazioni in materia di rifiuti di cui agli articoli 215 e 216 del d.lgs. n. 152/2006 e s.m.i.

Quando e chi la può presentare

A partire dal 13/06/2013, data di entrata in vigore del D.P.R. n. 59/2013, i gestori devono presentare la domanda di AUA al SUAP in caso di rilascio, rinnovo o aggiornamento di almeno uno dei titoli abilitativi indicati all'art. 3, comma 1, del citato decreto.

Nel caso in cui l'impianto sia soggetto alla verifica di cui all'art. 20 del D.lgs n. 152/2006 in materia di VIA, l'AUA può essere richiesta solo dopo che l'autorità competente a tale verifica abbia valutato di non assoggettare alla VIA il relativo progetto.

Possono presentare istanza le Piccole Medie Imprese (PMI) con meno di 250 lavoratori e un fatturato annuo non superiore a 50 milioni di euro (o un bilancio annuo non superiore a 43 milioni di euro).

Come presentare l'istanza

La domanda per il rilascio dell'AUA (All.2), corredata dalla documentazione prevista dalla normativa vigente, deve essere presentata esclusivamente al SUAP competente per territorio esclusivamente per via telematica tramite il portale impresainungiorno.gov.it secondo le istruzioni di seguito indicate.
La domanda ed i suoi allegati devono essere firmati digitalmente dal richiedente o da un intermediario (conferendo procura), pena la irricevibilità dell'istanza.

La singola impresa che non desideri ricorrere alla figura di un intermediario a cui conferire procura, dovrà necessariamente essere dotata di entrambi i seguenti due dispositivi informatici:
- una casella di posta elettronica certificata PEC (acquistabile sul mercato presso vari gestori, chiamati anche "provider");
- una smart-card o dispositivi simili di FIRMA DIGITALE cd. "FORTE" (anche in questo caso sarà possibile acquistare sul mercato tali dispositivi).

Il SUAP trasmette immediatamente la domanda, con la documentazione allegata, alla Provincia quale autorità competente ed ai soggetti competenti in materia ambientale.

Istruzioni Presentazione Pratica

Per presentare la pratica scegli il comune:



Per accedere al portale Impresainungiorno.gov.it

impresainungiorno

Al quale potrai fare login tramite
Utente e Password login
O tramite Certificato digitale (CRS/CNS) cns

Attiva una nuova pratica scegliendo l'attività per la quale è necessario presentare la richiesta di Autorizzazione Ambientale.

Se si tratta di richiesta nuova Autorizzazione Ambientale nella sezione SCELTA OPERAZIONI spuntare come segue:


Successivamente verrà presentata la compilazione dei campi e la richiesta degli allegati necesari per presentare la pratica.


Tempi di istruttoria

Dopo che il SUAP avrà inoltrato la richiesta telematica all'Autorità competente, quest'ultima avrà a disposizione 30 giorni di tempo per richiedere all'impresa, sempre via posta elettronica certificata e per il tramite del SUAP, l'eventuale documentazione mancante.

Durata dell'A.U.A.

Il titolo autorizzativo ha una durata di 15 anni dalla data del rilascio e il rinnovo va richiesto sei mesi prima della scadenza.

Oneri istruttori. / marca da bollo

Restano confermati gli oneri istruttori già in precedenza posti a carico dei soggetti interessati a richiedere l'AUA.
A tal fine si applicano le tariffe previste dalla normativa vigente per i procedimenti sostituiti dall'AUA.

Per la marca da bollo il pagamento può essere svolto in base alle disposizioni di ciacun comune.

Il comune di Castel Goffredo ha già individuato la segunete modalità:

Comune di Castel Goffredo
Per la marca da bollo il pagamento si può assolvere in modo virtuale tramite bonifico bancario alla
Tesoreria Comunale di Castel Goffredo:
UNICREDIT S.P.A. Ag. Castel Goffredo - IT 56D 02008 57550 000103498772
Causale: imposta di bollo per autorizzazione A.U.A della ditta...

Per tutti gli altri comuni contattare l'ufficio SUAP comune stesso.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini d'uso. Per avere informazioni aggiutive in merito ai cookies che utilizziamo, visualizza la nostra Cookie policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information